Webins News

Novità, fiere, manifestazioni

Viaggio in Cina
13 ottobre 2016

Viaggio in Cina

Abituati in Europa, spesso non ci poniamo il problema di dover stipulare una polizza assicurativa quando viaggiamo all’estero. Ricordiamoci, però, che l’Italia, come appunto l’Europa è un’oasi nel panorama mondiale, dove le istituzioni danno ancora grande importanza al welfare statale negli ospedali sovvenzionati pubblicamente e senza scopo di lucro.
 
Gli ospedali asiatici, invece hanno un’ottica prettamente orientata al profitto, e questo fa sì che in caso di emergenza, nessuno ti agevolerà le procedure di ricovero per aiutarti nelle cure mediche, a meno che tu non possa pagare in anticipo oppure non sia coperto da un’adeguata assicurazione medica. 

In Cina gli ospedali sono molto cari anche per cure di prima necessità o semplice ricovero. Parliamo di cifre che ammontano già a qualche migliaio di euro.

In Cina esiste l’ospedale pubblico, dove sicuramente non troviamo i trattamenti igienico - sanitari a cui siamo abituati in occidente, e anche nel 2016 è difficile trovare personale che sappia esprimersi in inglese. Ci si può però affidare agli ospedali internazionali, dove il servizio è più veloce e le condizioni sono più simili a quelle che troviamo in Europa. Se non si ha una conoscenza approfondita della lingua cinese, che consenta di capire anche il gergo tecnico medico, probabilmente si preferisce un ospedale internazionale.
 
Prima di qualunque procedura legata al ricovero ospedaliero, ogni ospedale aspetta l’accredito prima di intervenire per qualsiasi tipo di operazione o motivo per cui ci si è rivolti ad una struttura sanitaria. Essendo ingenti le somme richieste per particolari tipi di interventi, spesso ci si può trovare ad aspettare a
lungo che l’accredito venga effettato da un parente o un amico in Italia. 

Nessuno viaggia con migliaia di euro in tasca! 

Questo tempo prezioso per il malato che ha bisogno di cure urgenti, viene così “sprecato” per la questione “prima il profitto” degli ospedali cinesi.

È dunque necessario aderire ad una polizza sanitaria che consente di partire tranquilli. Perciò quando organizzi il viaggio del tuo cliente, abbina sempre una polizza assicurativa perché, anche quando non è un requisito obbligatorio, può rivelarsi necessaria quando ci si ammala o si è vittima di un incidente

Perché aderire ad una polizza assicurativa prima di partire all’estero?
 
Una buona assicurazione sanitaria ha sicuramente un costo e, se non accade nulla di serio in viaggio, è stata pagata senza usufruirne. Ma, nel caso succeda qualcosa di grave, potrebbe salvare la vita del tuo Cliente.
 
Perché aderire ad una polizza sanitaria Webins? 

Webins ha, tra la sua vasta gamma di polizze assicurative, anche quella che può rispondere meglio a questo tipo di viaggio. Una buona assicurazione, infatti, deve coprire le spese mediche delle visite, degli esami, del ricovero, le medicine e il trasporto di emergenza e il rimpatrio, in quei casi in cui è vitale.

Inoltre, la polizza Wi All Inclusive di Webins, copre anche la responsabilità civile, questo vuol dire che qualora si causino danni gravi a persone o cose l’assicurazione copre anche queste spese. Questo è un altro elemento importante, perché quando si viaggia in Paesi con culture e politiche molto diverse dalla nostra, come appunto, quella cinese, quando accadono questi imprevisti è bene sapere che non si hanno alternative: o si paga di tasca propria nell’immediato o si viene sottoposti a lungaggini burocratiche. 

La polizza Wi All Inclusive di Webins, ha numerose coperture, esplicitamente scritte nei “Termini e Condizioni” di ciascuna polizza, quali: il rimborso in caso di cancellazione del viaggio, o il rimborso in caso di furto o perdita di beni personali quali i bagagli.
 
Con la Wi Easy, invece puoi scegliere la copertura temporale più adatta al tuo viaggio. Scopri la Wi Easy Small, Wi Easy Medium, Wi Easy Large!
 




torna indietro